Sùidi

sm. pl. [dal latino sus suis, porco]. Famiglia (Suidae) di Mammiferi ArtiodattiliSuiformi comprendente i generi Sus (cinghiali e maiale domestico), Potamochoeros (potamocero), Hylochoerus (ilochero), Phacochoerus (facocero) e Babyrussa (babirussa), per un totale di 9 specie diffuse in Eurasia e Africa. Hanno corpo tozzo, testa grande terminante con un grugno sorretto da particolari ossa (narinalia), occhi piccoli, orecchie di media grandezza dall'apice appuntito, canini a crescita continua (talora formanti zanne robuste e ricurve), coda dritta o attorcigliata, più o meno lunga, peli o setole duri e rigidi, arti che poggiano a terra con lo zoccolo del 3º e 4º dito. I Suidi sono onnivori. § Comparsi già nell'Eocene, si sono evoluti attraverso numerosi generi presenti sia nell'America settentrionale, sia in Europa; tra questi vi sono: Cebochoerus, forma di piccole dimensioni (Eocene di Francia); Paleochoerus dell'Oligocene e Hyotherium del Miocene. Il genere Sus è apparso nel Quaternario con una vasta distribuzione geografica.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora