Questo sito contribuisce alla audience di

Accadèmia Romana

si inserisce nella storia letteraria come espressione della cultura umanistica romana. Le sue origini si fanno risalire al 1450 ca., periodo in cui un nutrito gruppo di umanisti capitolini, fra i quali P. Buonaccorsi, B. Sacchi, M. Cocci, si riunivano nella casa di Pomponio Leto, considerato appunto il fondatore dell'Accademia Romana (perciò detta anche Accademia Pomponiana). Caratteristico di questa accademia era l'amore per l'antica Roma e la cultura classica romana, che portava all'uso di nomi ed espressioni latineggianti anche nell'organizzazione burocratica dell'istituto (pontifex maximus era il capo e sacerdotes academiae romanae i membri). Questo fatto fu preso a pretesto dall'intollerante Paolo II per far arrestare P. Leto sotto l'accusa di eresia pagana. Con Sisto IV l'Accademia Romana poté riprendere pienamente la sua attività e anche dopo la morte di P. Leto mantenne per molto tempo le sue prerogative.

Media


Non sono presenti media correlati