Questo sito contribuisce alla audience di

Adelcrantz, Carl Fredrik

architetto svedese (Stoccolma 1716-1796). Affermatosi come il più genuino interprete del rococò nel suo Paese (piccolo castello di Kina a Drottningholm, 1763-69), conservò un ruolo di primo piano anche nel successivo passaggio dell'architettura svedese allo stile gustaviano (lezione locale dello stile Luigi XVI), nei cui modi eresse il Teatro reale dell'Opera (1774-82, demolito nel 1892). Pervenne infine al neoclassicismo, come testimonia la facciata orientale del Mynthuset (1780), a Stoccolma. Altre sue opere sono la chiesa di Fredrik Adolf (1768-74) e il palazzo di Ruuth sempre a Stoccolma. Per la capitale progettò anche la sistemazione di un settore del centro storico (Helgeandsholmen), ma di essa fu realizzato, con modifiche, soltanto il ponte di Norrbro (1787-1807).

Media


Non sono presenti media correlati