Questo sito contribuisce alla audience di

Alciati della Mòtta, Giovan Pàolo

eretico (Savigliano? ca. 1510-Danzica 1580). Membro del gruppo antitrinitario di Vicenza, dovette riparare a Ginevra e, nel Cantone dei Grigioni, partecipò alle lotte tra antitrinitari e zwingliani; avendo rifiutato di sottoscrivere la confessione di fede calvinista, dovette lasciare la città e si recò a Danzica, da dove propagò le sue dottrine (unità di natura e di persona in Dio; Gesù inferiore al Padre, perché semplice uomo) in Polonia, in Moravia e in Transilvania. Suoi compagni di fede furono Biandrata e i seguaci dei Socini.

Media


Non sono presenti media correlati