Questo sito contribuisce alla audience di

Anatòlio

(greco Anatólios), patriarca di Costantinopoli (Alessandria ?-Costantinopoli 458). Innalzato alla cattedra patriarcale nel 449 per opera di Dioscoro, patriarca monofisita, e con il sostegno dell'imperatore Marciano, riuscì a vincere i sospetti di Leone Magno sottoscrivendo il Tomo a Flaviano dello stesso papa e la deposizione di Dioscoro decretata dal Concilio di Calcedonia (451). Partecipò alla stesura della formula di fede del concilio e da quel momento divenne un sincero difensore dell'ortodossia contro il monofisismo dell'Egitto. La Chiesa bizantina lo venera come santo, celebrandone la festa il 3 luglio.

Media


Non sono presenti media correlati