Questo sito contribuisce alla audience di

Arbòrio

comune in provincia di Vercelli (21 km), 185 m s.m., 23,20 km², 1033 ab. (arboriesi), patrono: san Martino (11 novembre).

Centro della pianura vercellese, posto alla destra del fiume Sesia. Appartenne dapprima alla Chiesa di Vercelli e successivamente ebbe signori propri, che dal paese trassero il nome. Nel 1513 fu incluso nel feudo di Gattinara, di cui seguì le vicende storiche. § La parrocchiale di San Martino è una costruzione del Settecento, affiancata da un campanile in stile rococò. Il castello dei conti d'Arborio è del sec. XV. Fuori dall'abitato sorge la romanica chiesetta di San Sebastiano, rimaneggiata, con un ciclo di affreschi quattrocenteschi. § L'economia si basa sull'agricoltura (riso e frumento) e l'industria, attiva nei settori chimico (ossido di rame e di zinco), dei materiali da costruzione (laterizi), delle ceramiche e delle piastrelle. L'allevamento di selvaggina e di animali da cortile completa il quadro economico.