Questo sito contribuisce alla audience di

Asclèpio

(greco Asklēpiós), dio greco della medicina, figlio di Apollo e della ninfa Coronide, o della leucippide Arsinoe. Il suo culto, che aveva la sede principale a Epidauro, nel Peloponneso, sembra un culto di tipo eroico, come tanti altri esistenti in Grecia, dedicati a eroi locali. E tutto lascia credere che Asclepio sia stato originariamente un eroe piuttosto che un dio. Ma il prestigio religioso del suo santuario a Epidauro finì per farlo accogliere dalla grecità tra i suoi dei. Come un dio la grecità lo trasmise all'antica religione romana che lo assunse con il nome di Esculapio. Il mito racconta che egli sapeva anche risuscitare i morti. E proprio per aver fatto questo Zeus lo fulminò, temendo che la sua azione potesse far cadere la barriera tra mortali e immortali. Dopo la morte, Asclepio fu trasformato nella costellazione del Serpentario.

Media

Asclepio