Questo sito contribuisce alla audience di

Bòrmida (Savona)

comune in provincia di Savona (31 km), 586 m s.m., 22,43 km², 453 ab. (bormidesi), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Centro esteso nell'alta valle della Bormida di Pallare; sede comunale è Chiesa. Di origine incerta, è citato nel 1549 in alcuni atti con i quali il marchese Alfonso Del Carretto, signore di Finale, concedeva privilegi alle popolazioni. Subì la dominazione spagnola e nel 1713 passò alla Repubblica di Genova. Costituitosi in comune autonomo, verso la fine del sec. XVIII fu quasi interamente distrutto durante la prima campagna napoleonica (sul monte Ronco di Maglio si trovano resti di trincee napoleoniche).§ La parrocchiale di San Giorgio è una costruzione del sec. XVIII a pianta poligonale e con facciata avanzata rispetto al corpo centrale. In località Fornelli sorge l'abbazia benedettina di Santa Maria (1179), ora proprietà privata, la cui chiesa è in stile gotico lombardo.§ Il quadro economico è composto dall'agricoltura, a prevalente indirizzo foraggero-cerealicolo e con buona produzione di frutta, dall'allevamento del bestiame e dalla produzione, lavorazione e commercio del legname.

Media


Non sono presenti media correlati