Questo sito contribuisce alla audience di

Balaton, lago-

bacino (598 km²) dell'Ungheriacentroccidentale, il più esteso dell'Europa centrale . Situato a 106 m s.m. ai piedi del versante meridionale della Selva Baconia, a 80 km a NW di Budapest. Si allunga in direzione SW-NE nel bassopiano pannonico per ca. 80 km, con una larghezza massima di 14 km. Residuo di un bacino molto più vasto formatosi nel Cenozoico in seguito a un'ingressione marina in un'ampia conca, in parte colmata da sedimenti e rialzata ai bordi per effetto di manifestazioni vulcaniche, ha una profondità media di 3 m e massima di 11 m, in corrispondenza della penisola di Tihany. Quest'ultima si protende nelle acque del lago dalla sponda NW fino a 1 km dalla riva opposta. Principale immissario è il fiume Zala, che, in prossimità del lago, ha subito importanti modificazioni con la costruzione, negli anni Ottanta del Novecento, di un grande bacino artificiale. Emissario è il Sió, tributario del Danubio, il cui corso è stato canalizzato in modo da regolarne la portata e controllare il livello delle acque lacustri. Sulle sue rive, assai frequentate d'estate come località di villeggiatura, sorgono numerosi centri turistici e termali (sorgenti minerali) quali Tihany, Keszthely, Siófok, collegati da regolari servizi di battelli. Il lago è molto pescoso e le sue sponde sono coltivate a vigneti e frutteti. Soprattutto per la ricchezza dell'avifauna, l'area di 56.000 ettari che si estende dalla penisola di Tihany al modesto bacino del lago Kis-Balaton (Piccolo Balaton) nel 1997 è stata dichiarata Parco Nazionale. In tedesco, Plattensee.

Media

Lago Balaton.