Questo sito contribuisce alla audience di

Balcani

sistema montuoso dell'Europa meridionale, nella Penisola Balcanica, che si estende in direzione E-W. Per un primo tratto i Balcani segnano il confine tra Serbia e Bulgaria, per poi svilupparsi quasi interamente in territorio bulgaro. I Balcani si allungano parallelamente al Danubio per ca. 600 km dal corso del fiume Timok, fino a capo Emine, sul Mar Nero. Il sistema dei Balcani, agendo come una barriera in grado di arrestare i venti settentrionali, divide la Bulgaria in due subregioni climatiche: l'una con caratteristiche marcatamente continentali e l'altra maggiormente interessata dagli influssi marini. I Balcani sono costituiti da una serie di catene parallele, alte in media 1000 m s.m. e culminanti a 2376 m s.m. nel monte Botev (Jumrukčal), nella sezione centrale, dove pure superano i 2000 m s.m. i monti Triglav (2276 m), Levski (2166 m) e Vežen (2198 m). I Balcani, distinti in Balcani Occidentali (dal fiume Timok al fiume Iskăr), Balcani Centrali (dall'Iskăr allo Jantra) e Balcani Orientali o Piccoli Balcani (dallo Jantra al Mar Nero), digradano dolcemente a N, verso il Danubio, con monotoni altopiani, mentre a S strapiombano su una serie di depressioni tettoniche (Zlatica, Kalofer, Kazanlăk) che li separano dagli Antibalcani (Sredna Gora). I rilievi sono stati originati da fasi orogenetiche diverse: a corrugamenti paleozoici sono dovuti i Balcani Orientali e Occidentali, mentre i Balcani Centrali, caratterizzati da una morfologia aspra e tormentata e che raggiungono le quote più elevate del sistema, sono dovuti a corrugamenti cenozoici. I Balcani Centrali sono Parco Nazionale dal 1991. Dal versante settentrionale dei Balcani scendono al Danubio numerosi fiumi, tra i quali i principali sono il Lom, l'Ogosta, il Vit, l'Osăm e lo Jantra; l'Iskăr, che invece attraversa i Balcani in tutta la loro larghezza, porta al Danubio le acque del bacino di Sofia. I Balcani presentano numerosi valichi, attraverso i quali passano importanti direttrici stradali e ferroviarie. Il paesaggio è caratterizzato, specie nelle sezioni orientali e occidentali, da forme arrotondate, da estesi pascoli e da vaste foreste. Assente ogni forma di glacialismo. Poco sviluppate le attività turistiche. Il termine Balcani che in turco significa “montagna”, passa per estensione a identificare l'intera penisola. Anticamente Haemus (Emo); in bulgaro, Stara Planina (Vecchia Montagna).

Media


Non sono presenti media correlati