Questo sito contribuisce alla audience di

Baldissèro d'Alba

comune in provincia di Cuneo (61 km), 380 m s.m., 15,02 km², 1084 ab. (baldisseresi), patrono: santa Caterina d'Alessandria (25 novembre).

Centro delle Langheoccidentali, situato alle sorgenti del torrente Ridone, su un rilievo collinare alla sinistra del fiume Tanaro. Di antica origine, fu concesso nel 1041 al vescovo di Asti. Passò poi ai marchesi di Sommariva del Bosco e ai Colonna, finché nel 1268 fu dei marchesi di Saluzzo. Dal 1365 fu possesso dei Visconti, dei Savoia, dei marchesi di Saluzzo (1487) e, nuovamente, dei Colonna. Nel 1588 entrò a far parte dei domini sabaudi.§ Di interesse sono il castello dei Colonna, ricostruito nell'Ottocento, e la barocca parrocchiale di Santa Caterina, con facciata classicheggiante del sec. XX. Poco fuori dall'abitato sono i resti dell'abside romanica della cappella campestre di Sant'Antonino (sec. XII).§ L'economia si basa prevalentemente sulla produzione di frutta (fragole, pesche, uva) e sull'allevamento bovino. Sono attive imprese a carattere artigianale nei settori meccanico e della lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati