Questo sito contribuisce alla audience di

Bertran de Born

trovatore provenzale (? ca. 1140-abbazia di Dalon ca. 1215). Signore del castello di Hautefort, nel Perigordino, espulse dalle sue proprietà il fratello Costantino (che si mise sotto la protezione di Riccardo Cuor di Leone). Partecipò alle contese della corte d'Inghilterra, sostenendo Enrico Cortomantello, detto il re giovane, contro il padre Enrico II Plantageneto e contro il fratello Riccardo Cuor di Leone. Ma quando Riccardo divenne re d'Inghilterra, Bertran de Born passò dalla sua parte. Dante, che lo ha collocato tra i seminatori di discordia, ha dato di lui (Inferno, XXVIII) una potente raffigurazione. Del trovatore ci restano 45 componimenti poetici, per la maggior parte sirventesi, di argomento lirico, satirico, morale e soprattutto politico. Scritti con stile rapido e conciso, con toni appassionati e violenti, rappresentano alcune tra le più alte espressioni della poesia provenzale.

Media


Non sono presenti media correlati