Questo sito contribuisce alla audience di

Bilderdijk, Willem

poeta ed erudito olandese (Amsterdam 1756-Haarlem 1831). Ingegno precoce, visse per dodici anni in casa, a causa di una malattia, nutrendo lo spirito di tutto il sapere dell'epoca. Dal 1772 in poi pubblicò diverse raccolte di poesie, specie di carattere erotico. Classicista nelle forme, ma romantico nell'ispirazione, subì l'influsso dei canti di Ossian. Sostenitore della casa d'Orange, fu esiliato nel 1795, quando rifiutò di riconoscere la Repubblica Batava. In esilio scrisse la celebre Preghiera (1796). Tornato in patria nel 1806, inneggiò a Napoleone (Ode a Napoleone). Lasciò anche un'epopea incompiuta, Il tramonto del primo mondo (1810) di intonazione biblica, e tre tragedie.

Media


Non sono presenti media correlati