Questo sito contribuisce alla audience di

Bonèlli, Michèle

cardinale (Bosco 1541-Roma 1598). Nipote di Pio V, fu da lui elevato alla porpora cardinalizia e nominato amministratore dello Stato Pontificio; nel 1568 divenne camerlengo, ma rinunciò poco dopo alla carica per l'abbazia di S. Michele della Chiesa e il priorato dell'Ordine di Malta; nello stesso anno (1571) fu inviato come legato in Spagna, Portogallo e Francia. Nel 1585 Sisto V lo volle vicario generale di Roma e dello Stato Pontificio, incaricandolo delle necessarie riforme. Di notevole interesse le sue relazioni sulle legazioni compiute.

Media


Non sono presenti media correlati