Questo sito contribuisce alla audience di

Boris Fëdorovič Godunov

zar di Russia (ca. 1551-1605). Di stirpe tatara, godette da giovane il favore di Ivan IV il Terribile. Cognato del nuovo zar Fëdor Ivanovič, approfittò della debolezza e dell'inettitudine del sovrano fino a divenire il vero capo dello Stato; nel 1598 riuscì a farsi incoronare zar, essendosi nel frattempo estinta, con la morte di Demetrio, fratello minore di Ivan, la dinastia dei Rjurikidi. Boris Fëdorovič Godunov governò con notevole saggezza ed equilibrio; evitò le guerre, strinse utili alleanze, favorì il commercio estero, sostenne la media nobiltà contro i boiari. Mal giudicato dai vecchi storici, Boris Fëdorovič Godunov venne riabilitato in tempi più recenti. La fine del suo regno fu tragica: carestie e gravi torbidi sconvolsero il Paese dopo il 1601; un pretendente che si faceva credere Demetrio e aveva l'appoggio della Polonia raccolse un certo seguito e lo sconfisse.

Media


Non sono presenti media correlati