Questo sito contribuisce alla audience di

Cécco d'Àscoli, Francésco Stàbili, detto-

astrologo e poeta italiano (Ascoli ultimo ventennio del sec. XIII-Firenze 1327). Lettore alla facoltà di medicina di Bologna, incorse nel 1324 in una prima condanna per eresia. Nel 1326 passò a Firenze con l'incarico di astrologo e medico del duca di Calabria. Resosi nuovamente sospetto per le sue teorie anticattoliche, si attirò l'inimicizia del potente medico Dino del Garbo; perduta anche la protezione del duca, fu nuovamente processato e arso vivo. È autore di opere latine (De principiis astrologiae, Tractatus in spheram, De eccentricis et epicyclis) che testimoniano la sua vasta cultura e il suo spirito polemico. Intorno al 1326 iniziò il poema allegorico-didascalico Acerba che rimase interrotto al quinto canto.

Collegamenti