Questo sito contribuisce alla audience di

Campolóngo Maggióre

comune in provincia di Venezia (37 km), 3 m s.m., 23,55 km², 9196 ab. (campolongari), patrono: santi Felice e Fortunato (14 maggio).

Centro situato a W della Laguna Veneta, alla destra del corso canalizzato del fiume Brenta (Cunetta). Le prime tracce di insediamenti risalgono al sec. XII a. C. (resti di un villaggio agricolo). Centro romano, appartenne nel Medioevo al vescovo di Padova. Parte del territorio passò poi all'abbazia di San Zenone di Verona e nel 1405 tutto il territorio entrò a far parte della Repubblica di Venezia. Nella parrocchiale, ricostruita nel sec. XIX su un edificio del XII, si custodisce una pala settecentesca. § L'industria è presente nei settori alimentare, calzaturiero, meccanico, edile, impiantistico, tessile, del legno, dei montaggi industriali e dei materiali da costruzione. L'agricoltura è indirizzata alla coltivazione di cereali, vite e ortofrutta.