Questo sito contribuisce alla audience di

Cannabàcee

sf. pl. [dal genere Cannabis]. Famiglia (Cannabaceae) di piante dell'ordine Rosali, costituita da specie erbacee erette o rampicanti dioiche, con foglie alterne od opposte, provviste di stipole, intere o palmato-lobate. I fiori maschili, disposti in pannocchie, hanno 5 tepali fusi alla base e 5 stami; quelli femminili, riuniti a gruppi di 2-6 in corte spighe all'ascella delle foglie, hanno calice membranoso e intero avvolgente un ovario uniloculare e uniovulare. Il frutto è un achenio con semi a endosperma carnoso. Sono morfologicamente affini alle Moracee dalle quali si distinguono principalmente per l'assenza di vasi laticiferi. Vi appartengono 2 soli generi: Humulus, cui appartiene il luppolo comune (Humulus lupulus) e Cannabis, cui appartiene la canapa comune (Cannabis sativa).