Questo sito contribuisce alla audience di

Castèl Morróne

comune in provincia di Caserta (12 km), 251 m s.m., 25,35 km², 3988 ab. (morronesi), patrono: Madonna della Misericordia (prima domenica di giugno).

Centro del Subappennino campano, situato alla sinistra del fiume Volturno. Abitato in epoca romana, fu casale di Caiazzo. Nel sec. XIII, munito di castello, fu infeudato da Carlo I d'Angiò a Ludovico de Roher ed ebbe in seguito diversi signori. Il 1° ottobre 1860, durante la battaglia del Volturno, trecento garibaldini guidati da Pilade Bronzetti vi furono annientati dalle truppe borboniche. § Alcuni resti dell'antica rocca e di abitazioni medievali sorgono sulla cima del monte Castello, presso il quale si erge anche il secentesco santuario della Madonna della Misericordia. Al sec. XVII risale pure la chiesa di Ave Gratia Plena in località Annunziata. § All'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta e tabacco) si affianca l'allevamento, soprattutto bovino, con produzione di latte. Sono attive cave di inerti calcarei e la piccola industria dei materiali da costruzione.