Questo sito contribuisce alla audience di

Chianche

comune in provincia di Avellino (23 km), 356 m s.m., 6,81 km², 797 ab. (chianchesi), patrono: san Felice (13 gennaio).

Centro posto sul versante destro della valle del fiume Sabato. Il nome deriverebbe dal latino plancae, con allusione alle pietre poligonali che lastricavano la vicina via Aquilia, ancora lavorate in una cava della frazione di Chianchetelle. Fu feudo dei Caracciolo, dei Filomarino, dei Sanseverino e dall'inizio del sec. XVII dei Carafa. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1980.§ Del castello medievale, profondamente trasformato, rimangono solo la torre cilindrica e le mura perimetrali in tufo; vi furono ospitati, fra gli altri, i poeti Torquato Tasso, Giambattista Marino e John Milton, come ricorda una lapide.§ L'agricoltura produce ortaggi, cereali, frutta olive e uva (vino greco di Tufo DOCG).

Media


Non sono presenti media correlati