Questo sito contribuisce alla audience di

Dègo

comune in provincia di Savona (32 km), 317 m s.m., 67,77 km², 1948 ab. (deghesi), patrono: sant’ Ambrogio (7 dicembre).

Centro posto alla confluenza del rio Grillero nella Bormida di Spigno. Nominato per la prima volta in documenti del sec. X, in epoca medievale fu compreso nella Marca aleramica. Passato a Bonifacio del Vasto nel 1091, fu ereditato dai Del Carretto, che lo fortificarono e nel 1214 si sottomisero a Genova, conservando l'investitura del feudo. Nel 1355 passò ai marchesi del Monferrato. Nel sec. XIV ebbe una zecca e nel 1625 fu occupato dai Savoia, dai quali un secolo dopo venne annesso al Regno di Sardegna. Nel 1796 fu teatro di battaglia tra austriaci e francesi durante la campagna d'Italia.Su un poggio boscoso rimangono le rovine del castello medievale dei Del Carretto; ad altri due castelli appartengono alcuni ruderi nelle località di Santa Giulia e di Brovida.§ Le zone montuose del territorio sono ricoperte da vigneti, castagneti e noccioleti; nelle aree pianeggianti si coltivano cereali e foraggi. L'industria è attiva nei settori tessile, vetrario e della ceramica.

Media


Non sono presenti media correlati