Euselaci

sm. pl. [eu-+Selaci]. Nelle vecchie classificazioni, superordine (Euselachii) di Condritti, comprendente tutti i Selaci viventi. Gli Euselaci, detti anche Plagiostomi, presentano vertebre di tipo olospondilo, incavate a imbuto alle due estremità; la mascella non è mai saldata al cranio e, con la mandibola, reca diverse file di denti. Gli Euselaci apparvero nel Lias con esemplari ancora molto simili ai Cladoselaci, ma già con processi di calcificazione nelle vertebre. Ebbero ampia diffusione a partire dall'Eocene con forme assai vicine alle attuali. Gli Euselaci erano comunemente divisi in Pleurotremi e Batoidei. I primi corrispondono ai superordini degli Squalomorfi, degli Squatinomorfi e dei Galeomorfi.