Questo sito contribuisce alla audience di

Fàbio Pittóre, Gàio

(latino Caíus Fabíus Pictor), pittore romano della nobile famiglia dei Fabi (sec. IV-III a. C.). Nel tempio della Salute sul Quirinale (distrutto da un incendio sotto il dominio di Appio Claudio) eseguì nel 304 a. C. ca. pitture raffiguranti forse scene della seconda guerra sannita. Un frammento di pittura proveniente da una tomba dell'Esquilino viene attribuito a questo artista, lodato dalle fonti per la freschezza compositiva e la bellezza dei colori.

Media


Non sono presenti media correlati