Questo sito contribuisce alla audience di

Fàbrica di Róma

comune in provincia di Viterbo (24 km), 296 m s.m., 34,73 km², 6654 ab. (fabrichesi), patrono: san Matteo (21 settembre).

Centro sul versante orientale dei monti Cimini. Fondato dagli abitanti di Falerii Novi (centro romano costruito dagli abitanti di Falerii Veteres), per fuggire dalle invasioni barbariche (sec. VIII-IX), appartenne alla Chiesa che lo diede in feudo ai Farnese.⿿ La rocca dei Farnese, castello medievale con alta torre quadrata, che domina l'antico borgo, presenta parziali rifacimenti dei sec. XV e XVI. La collegiata medievale di San Silvestro, più volte rifatta esternamente, conserva l'antica struttura e decorazioni e affreschi del sec. XVI. Nei dintorni si estendono le monumentali rovine di Falerii Novi, con l'intero giro delle grandiose mura (lunghe 2108 m, alte 5), con 50 torri e 9 porte, risalenti ai sec. III-II a. C. All'interno è la semidistrutta chiesa di Santa Maria di Falerii, monumento romanico-gotico eretto dai Cosmati nel sec. XII. Nei pressi sono i vasti edifici di un'antica abbazia rinascimentale, oltre a grotte e tombe etrusche.⿿ Accanto alle risorse provenienti dall'agricoltura (noccioli, vigneti e frutteti) e dall'allevamento bovino, l'industria opera nei settori ceramico, chimico, vetrario, poligrafico, della trasformazione alimentare, dei sanitari, dei laterizi, della plastica e della lavorazione dei metalli.

Media


Non sono presenti media correlati