Questo sito contribuisce alla audience di

Francavilla Fontana

Guarda l'indice

comune in provincia di Brindisi (33 km), 142 m s.m., 175,20 km², 36.274 ab. (francavillesi), patrono: Maria Santissima della Fontana (14 settembre).

Generalità

Cittadina del settore sudorientale delle Murge. L'abitato presenta numerose costruzioni barocche, collocate con perizia in un impianto urbano regolare, tra le quali spicca la mole del palazzo Imperiali.

Storia

Sorse, in un territorio già abitato nel Neolitico e in seguito da genti messapiche, a partire dal 1310: la tradizione vuole che in quell'epoca Filippo I d'Angiò rinvenisse un'icona della Madonna su un muro di una villa in rovina; nel luogo del ritrovamento sorse una chiesa, attorno alla quale si raccolsero, dando vita al nuovo insediamento, gli abitanti dei casali vicini, attirati dalle franchigie concesse dal re (da cui il nome del borgo). Nel 1517 fu inclusa nel feudo di Oria, passando poi (1563) ai Borromeo, che la vendettero (1572) agli Imperiali, cui rimase fino al 1782. Ferdinando IV Borbone la dichiarò città libera.

Arte

Il monumento più significativo della città è il palazzo Imperiali (sede municipale), che, costruito dagli Orsini del Balzo nel sec. XV, fu in varie fasi ristrutturato e ampliato e, infine, trasformato in residenza signorile: nell'ampio cortile con portico e loggiato è una vasca battesimale dei sec. XV-XVI. Il duomo, eretto nel 1743 sulla precedente chiesa angioina, ha un'imponente cupola rivestita da mattonelle in maiolica e una facciata barocca con due enormi statue (San Pietro e San Paolo).

Economia

Fra i centri economicamente più attivi della provincia, affianca a una fiorente agricoltura (uva da vino, olive, cereali, mandorle, fichi e tabacco) una sviluppata industria, attiva soprattutto nei settori tessile, meccanico, dolciario, dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno e del marmo. È tipico l'artigianato dei merletti. L'importante ruolo economico della città è testimoniato dalla frequentata Fiera Campionaria Nazionale dell'Ascensione, che si tiene annualmente nel mese di maggio.

Dintorni

Nei dintorni sorge la specchia Miano, tipico monumento megalitico messapico, con funzione di torre di avvistamento, fra i meglio conservati tra quelli sparsi nel territorio.A circa 2 km dall'abitato vi sono i resti di un complesso capannicolo di epoca neoeneolitica dove sono stati rinvenuti frammenti di vasi e oggetti litici.

Media


Non sono presenti media correlati