Questo sito contribuisce alla audience di

Giba

comune in provincia di Carbonia-Iglesias, 59 m s.m., 48,65 km², 2093 ab. (gibesi), patrono: san Pietro Martire (29 giugno).

Centro del Sulcis, situato presso la sponda sudorientale del lago di Monte Pranu; è compreso nel Parco Geominerario della Sardegna. Nel sec. XI fece parte della curatoria di Sulcis, nel Giudicato di Cagliari; nel 1258 passò ai Della Gherardesca e quindi agli Aragonesi (sec. XIV). Nel sec. XVI, sotto il dominio spagnolo, decadde a causa delle invasioni barbaresche e, dal 1647, fu concesso in feudo agli Amat fino al 1839, anno dell'abolizione dei vincoli feudali.§ All'agricoltura, che produce ortaggi, cereali e uva, si affiancano l'allevamento ovino e la pesca. La piccola industria opera nel settore edile. Una certa importanza ha il turismo estivo. Sopravvive a Giba la tradizione artigianale tessile, con la realizzazione di tappeti dagli splendidi decori, che richiamano antichi disegni della cultura sarda.

Media


Non sono presenti media correlati