Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni XII

(al secolo Ottaviano di Tuscolo), papa (m. 964). Figlio di Alberico “principe e senatore di tutti i Romani”, succedette nel 954 nel potere temporale del padre, che aveva fatto giurare ai Romani che avrebbero eletto Ottaviano papa una volta deceduto Agapito II. Ottaviano fu consacrato nel 955 col nome di Giovanni XII. Era molto giovane e, pare, di costumi non illibati. Nel 961, sentendosi minacciato da Berengario II e da Adalberto, si rivolse a Ottone I, re di Germania e d'Italia, e lo incoronò imperatore a Roma (962); poco dopo questi emanò un famoso privilegio, col quale assicurava la protezione della Chiesa, ma riservava a sé il diritto di intervenire in modo decisivo nell'elezione papale. Partito l'imperatore, Giovanni XII s'intese coi suoi rivali, per cui, a un nuovo intervento di Ottone a Roma, fuggì a Tivoli (963); presente Ottone, un sinodo depose Giovanni XII ed elesse un nuovo papa (Leone VIII). Allontanatosi di nuovo l'imperatore, Giovanni XII tornò a Roma, fu reintegrato e si vendicò degli avversari. Morì in circostanze misteriose (pare di apoplessia).