Questo sito contribuisce alla audience di

Guillevic, Eugène

poeta francese (Carnac, Bretagna, 1907-Parigi 1997). Ha pubblicato nel 1942 la sua prima opera importante, Terraqué, una delle poche dell'epoca estranee all'influsso surrealista. Poeta degli elementi in Exécutoire (1947) e Coordonnées (1950), Guillevic si esprime in una lingua concisa e in versi brevi, con la sola eccezione degli alessandrini di Trente et un sonnets (1954). Tra le sue poesie si ricordano: Carnac (1961), Sphére (1963), Avec (1966), Ville (1969), Paroi (1970), Cymbalm (1973), Racines (1974), La danse des Korrigans (1976), Du domaine (1978), Etrier (1979), Autres (1980), Trouées (1981), Requis (poemi dal 1977 al 1982), Nuit (1983). Le opere successive sono da considerarsi un ripensamento sul poeta (Eugène Guillevic, un poète, 1984) e sulla poesia (Motifs, 1988; Art poétique, 1989). Testi corti, spesso inclusi in una suite che costituisce un poema unico, sono presenti in Avec Jean Follain (1990) in cui Guillevic rivela una parentela poetica con autori come Audiberti, Tardieu o Quéneau; la raccolta Maintenant (1990) è un approccio alla dimensione temporale: il tema centrale è quello del cammino del tempo e attraverso il tempo.