Questo sito contribuisce alla audience di

Isòtta-Fraschini

industria automobilistica sorta a Milano per iniziativa di Cesare Isotta e dei fratelli Oreste e Vincenzo Fraschini nel 1899. In origine la società si interessò dell'importazione e poi della costruzione su licenza delle autovetture della Renault. Nel 1903 iniziò la produzione di vetture proprie in collaborazione con i fratelli Maserati e la Bugatti. Più tardi passò alla costruzione di automobili da corsa, di motori per la marina e l'aviazione. Nel 1949 fu colpita da liquidazione per la sua produzione bellica, ma nel 1955 poté rientrare in attività incorporata dalla Breda-Motori e poi dall'Efim (Ente autonomo di gestione per le partecipazioni del fondo Finanziamento dell'Industria Meccanica). Passata nel 1981 all'I.R.I., è successivamente stata accorporata nella divisione motori Diesel della Fincantieri. Dopo una fase di riorganizzazione aziendale, che ha visto il trasferimento delle officine di produzione dallo stabilimento di Trieste a quello di Bari, l'Isotta-Fraschini Motori S.p.A. ha concentrato la propria attività in aree specifiche: pesca, diporto nautico, gruppi elettrogeni, applicazioni industriali, motrici ferroviarie, cogenerazione.

Media


Non sono presenti media correlati