Questo sito contribuisce alla audience di

Issogne

comune della Valle d'Aosta (41 km da Aosta), 387 m s.m., 23,77 km², 1346 ab. (issognesi, issogneins), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro esteso sul versante destro della valle, allo sbocco in essa del vallone omonimo; sede comunale è La Place. Nell'alto Medioevo appartenne alla Chiesa d'Aosta, che vi possedeva una casa-forte; nel 1399 fu acquistato da Ibleto di Challant, della cui contea seguì le sorti.§ Sull'area di una perduta villa di età imperiale romana, fiancheggiato dalla settecentesca parrocchiale di Santa Maria Assunta, si erge il castello. Fatto edificare da Giorgio di Challant nel 1480, è tra i più eleganti esempi di architettura civile di transizione dallo stile gotico a quello rinascimentale. Le pareti del cortile sono affrescate con gli stemmi e le imprese degli Challant, mentre al centro è una caratteristica fontana a vasca ottagonale in pietra, decorata con un melograno in ferro battuto. In località Fleuran sorge la chiesetta dedicata a San Solutore (sec. XII), dall'atipico orientamento che si discosta dal classico asse E-W delle chiese romaniche.§ L'agricoltura (cereali, patate, foraggi) è affiancata dall'allevamento bovino; attivi anche l'industria (estrattiva, meccanica e delle materie plastiche) e l'artigianato del legno (scultura a tutto tondo e in bassorilievo).

Media


Non sono presenti media correlati