Questo sito contribuisce alla audience di

Kent, William

pittore, architetto, decoratore di interni e progettista di giardini inglese (Bridlington, Yorkshire, 1685-Londra 1748). A fianco di lord Burlington e sotto il suo indirizzo culturale, fu iniziatore e diffusore del palladianesimo; gli va inoltre ascritto il merito di aver inventato il giardino paesistico, nella fedele attuazione delle nuove idee della cultura inglese del Settecento nei confronti della natura e del paesaggio, rivoluzionando il rapporto edificio-ambiente. Esordì come pittore e decoratore e, recatosi in Italia nel 1709 (a Roma frequentò la bottega del pittore fiorentino B. Luti), vi conobbe lord Burlington, che lo avviò all'architettura. Tornati nel 1719 in patria, Kent e Burlington operarono in stretta collaborazione e il loro sodalizio si rivelò importantissimo per lo sviluppo dell'architettura palladiana in Inghilterra. Nel 1724 Kent curò per lord Burlington l'edizione dei Designs of Inigo Jones, opera fondamentale per la diffusione del palladianesimo; eseguì inoltre la decorazione degli interni della villa di Chiswick e la sistemazione del parco, che può considerarsi il prototipo del giardino paesistico. Dal 1726 in poi si dedicò anche alla progettazione architettonica (Houghton Hall, 1726-31), dando nella Holkham Hall di Norfolk, residenza dei conti di Leicester (iniziata nel 1734), la sua prova più significativa: il grande salone terreno deve considerarsi fra i più riusciti esempi del Settecento inglese. Effettuò poi notevoli interventi architettonici e sistemazioni paesistiche nelle tenute di Richmond (1735), Stowe (1736), Rousham Hall (1738-41). Tra le opere londinesi, la più nota rimane la Horse Guards a Whitehall, realizzata dopo la sua morte (1750-58). Notevole anche la sua attività di progettista di mobili.

Media


Non sono presenti media correlati