Questo sito contribuisce alla audience di

Klenze, Leo von-

architetto tedesco (Hildesheim 1748-Monaco 1864). Si formò a Berlino, perfezionandosi poi nella Parigi napoleonica prima con Durand e poi presso Percier e Fontaine. Neogreco, neorinascimento e infine neobizantino furono gli stili cui si attenne Klenze, spregiudicato ed eclettico manipolatore di contrastanti linguaggi architettonici. Architetto di Luigi di Baviera a Monaco, vi eresse numerosi edifici tra cui la Gliptoteca (1816-30), il complesso dell'Odeonplatz (1819-28), il palazzo del principe Max sulla Ludwigstrasse (1826-30) e i propilei della Königsplatz (1846-63). Su una collina presso Ratisbona edificò il Walhalla (1831-42), uno dei più significativi esempi del neoclassicismo romantico; gli si devono inoltre il Museo dell'Ermitage a Pietroburgo (1839-49) e la chiesa cattolica di S. Dionisio (1854-63) ad Atene.

Media


Non sono presenti media correlati