Questo sito contribuisce alla audience di

Lìnea lombarda

corrente poetica del secondo Novecento, così definita da L. Anceschi in una importante antologia, pubblicata nel 1952, che raggruppava i poeti V. Sereni, R. Rebora, G. Orelli, N. Risi, R. Modesti, L. Erba, tutti legati, oltre che da un'appartenenza geografica nordico-lacustre, da un'attenzione ai rapporti tra poesia e realtà, percepita da Anceschi come “poetica degli oggetti”, “poesia in re”. Alla corrente vennero assimilati, pur non comparendo nell'antologia, anche A. Pozzi e P. Chiara.

Media


Non sono presenti media correlati