Questo sito contribuisce alla audience di

Lòzzo di Cadóre

comune in provincia di Belluno (53 km), 756 m s.m., 30,38 km², 1615 ab. (lozzesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro situato alla destra del fiume Piave. Sede di insediamenti paleoveneti (alcuni scavi hanno portato alla luce testimonianze dell'epoca) e romani, fu citato per la prima volta in un documento del 1188. Seguì le vicende del Cadore, passando nel 1420 nei domini di Venezia. Fino al 1957 si chiamò Lozzo Cadore. § L'ex parrocchiale di San Lorenzo, di fondazione medievale, fu ricostruita nel 1732 e rimaneggiata nel sec. XIX dopo un incendio che colpì l'intero paese.§ Particolarmente sviluppata è l'industria del settore dell'occhialeria e praticate sono le attività silvo-pastorali. È centro di turismo estivo e invernale.

Media


Non sono presenti media correlati