Questo sito contribuisce alla audience di

Latouche, Henri de-

pseudonimo dello scrittore francese Hyacinthe Thabaud de Latouche (La Châtre, Indre, 1785-Aulnay-sous-Bois, Parigi, 1851). Poeta (Les adieux, 1843; Les agrestes, 1844; Encore adieu, postumo, 1852) e commediografo (Le tour de faveur, 1818), si fece conoscere come romanziere con Fragoletta (1829), Grangeneuve (1835), France et Marie (1836), opere bizzarre non ancora adeguatamente valutate e rimaste relegate tra i prodotti del romanticismo minore. Di questo movimento Latouche fu uno dei più validi sostenitori, nonostante l'avversione nutrita per i poeti del “Cénacle” e il carattere religioso del primo romanticismo. Veicoli di questo rinnovamento furono Le Figaro e Le Mercure de France du XIXe siècle, in cui, sotto la sua guida, si espressero fianco a fianco gli esponenti del pensiero liberale e della poesia nuova. Curò la prima edizione (1819) delle poesie di A. Chénier.

Media


Non sono presenti media correlati