Questo sito contribuisce alla audience di

Limosano

comune in provincia di Campobasso (32 km), 580 m s.m., 28,04 km², 926 ab. (limosanesi), patrono: san Ludovico (19 agosto).

Centro arroccato su uno sperone roccioso, in posizione dominante la valle del fiume Biferno. Abitato già in epoca preromana, appartenne, in età longobarda (Musanum), al Gastaldato di Bojano e, nei sec. XII-XIII, alla Contea di Molise, con le signorie dei Marchisio e dei Renan. Ebbe in seguito numerose infeudazioni.§ Suggestivo è il borgo medievale, in parte abbandonato, dove sono i resti del castello e le chiese di Santo Stefano, con portale medievale, e di Santa Maria Maggiore (antica sede vescovile), con campanile romanico e resti di una cripta. La chiesa di San Francesco conserva un portale del sec. XIV e all'interno un coro in noce intagliato.§ L'economia si basa sull'agricoltura, con cereali, uva (biferno e molise DOC) e foraggi per l'allevamento, cui si aggiungono piccole imprese artigianali meccaniche ed edili.

Media


Non sono presenti media correlati