Questo sito contribuisce alla audience di

Luigi XIII, stile-

stile nato sotto il regno del sovrano Luigi XIII, importante soprattutto per la formazione dello stile successivo. Abbraccia un periodo che travalica i limiti cronologici del regno di Luigi, estendendosi tra il regno di Enrico IV e l'inizio di quello di Luigi XIV. I mobili di questo periodo dissimulano la monumentale classicità delle strutture con l'esuberanza della decorazione. La rigorosità della linea e la pesantezza del disegno, accentuate dall'uso di legni scuri e dalla presenza di colonne tortili, sono mitigate dal gioco chiaroscurale dell'intaglio, da quello policromo della tarsia, dalle incrostazioni d'avorio, madreperla, metallo e dall'inserto di pietre dure. Tra i mobili più rappresentativi dell'epoca si ricordano gli armadi, gli studioli, i cabinets, i letti con il baldacchino ricco di tappezzerie, i cofani (o cassepanche) intagliati o scolpiti, le poltrone rivestite di stoffe preziose o di cuoi decorati o stampati. I legni tradizionali (quercia, noce, ecc.) furono soppiantati dall'uso dell'ebano, che meglio si prestava alla tecnica dell'incrostazione.

Media


Non sono presenti media correlati