Questo sito contribuisce alla audience di

Lurago o Luraghi

famiglia di architetti e scultori originari del Comasco e attivi nei sec. XVI-XVIII, i cui principali esponenti furono Rocco, Carlo e Anselmo Martino. Rocco (Pelsopra, Como, ca. 1501-Genova 1590) fu seguace di G. Alessi e svolse la sua attività a Genova, dove realizzò per Nicola Grimaldi il palazzo, passato poi ai Doria-Tursi, che è attualmente sede del municipio e che ebbe largo seguito nella successiva architettura genovese (1564-66). Gli si attribuisce anche il convento dei domenicani a Bosco Alessandrino. Carlo (Laino 1618-Passavia 1684) lavorò quasi esclusivamente in Boemia dove introdusse i modi del barocco romano. Tra le opere a Praga si ricordano i restauri e rifacimenti delle chiese del Salvatore e di S. Giovanni della Roccia, le fortificazioni nella Città Vecchia e nella Città Nuova (1649-59) e il convento dei Cavalieri della Croce (1661-62). Realizzò inoltre la chiesa e il convento dei gesuiti a Kutná Hora e a Náchod il castello per Ottavio Piccolomini (1657). Anselmo Martino (Como ca. 1702-Praga 1765) fu anch'egli attivo a Praga, dove costruì la torre di S. Nicola in Malá Strana, la facciata del palazzo Černin (1747-50), palazzo Piccolomini (1749, in collaborazione con K. I. Dientzenhofer) e palazzo Kinsky (1755-65).

Media


Non sono presenti media correlati