Questo sito contribuisce alla audience di

Màina

regione storica della Greciameridionale, nel Peloponneso, estesa sulle propaggini meridionali del Taigeto. Fino alla fine dell'età antica fu abitata da discendenti degli antichi Laconi; nel Medioevo subì insediamenti di Slavi e Albanesi che però si ellenizzarono. Favoriti dalla zona impervia, gli abitanti rimasero pagani fino al tempo di Basilio I il Macedone (867-886), sotto il quale si cristianizzarono. Costantemente in rivolta contro il potere centrale, dopo la caduta di Costantinopoli Maina fu eretta a signoria indipendente sotto Manuele Cantacuzeno. I Turchi non riuscirono mai ad assoggettarla completamente, e anche dopo il 1715 (e fino alla repressione della rivolta del conte Orlov, nel 1770) eleggevano il capo della loro federazione. Dopo aver dato un grande contributo alla rivoluzione contro i Turchi (1821-27), si opposero, ricorrendo alle armi, all'introduzione dell'amministrazione statale sul loro territorio.

Media


Non sono presenti media correlati