Questo sito contribuisce alla audience di

Mīr, Moḥammed Taquī

poeta indiano in lingua urdu (Agra 1722-Lucknow 1810). È considerato il più grande autore di ghazal della letteratura urdu. Visse a Delhi fino al crollo dei Moghūl, quando fu costretto a rifugiarsi presso la corte di Lucknow, che era uno dei centri culturali più fiorenti. Di carattere ombroso, trasfuse nei ghazal tutta la malinconia della sua condizione di cortigiano. Le sue composizioni, recitate con il tradizionale accompagnamento musicale, sono ancor oggi popolarissime in tutta l'India.