Questo sito contribuisce alla audience di

Magni, Giùlio

architetto italiano (Velletri 1859-Roma 1930). Apportatore di un rinnovamento nell'architettura romana del primo Novecento in senso europeo, risentì particolarmente degli influssi dell'Art Nouveau (Roma: villa Pacelli in via Aurelia e villa Marignoli in via Po), per avvicinarsi poi alla tradizione dell'eclettismo ottocentesco (Ministero della Marina, 1928). Svolse un'importante attività anche nell'ambito dell'edilizia popolare (case al rione del Testaccio) e negli anni 1895-1905 realizzò numerosi edifici pubblici e privati a Bucarest.

Media


Non sono presenti media correlati