Questo sito contribuisce alla audience di

Malden, Karl

nome d'arte dell'attore cinematografico statunitense Mladen George Sekulovich (Chicago 1912-Los Angeles 2009). Di estrazione teatrale con studi presso l'Actors' Studio di Lee Strasberg, si è fatto conoscere sul grande schermo in ruoli di caratterista, con predilezione per personaggi duri, spietati, spesso dalle rozze pulsioni sessuali. In particolare lo si ricorda in Un tram che si chiama desiderio (1952), Fronte del porto (1954), Baby Doll (1956), tutti di E. Kazan; Io confesso (1953) di A. Hitchcock, Il prigioniero della paura (1957) di R. Mulligan, I due volti della vendetta (1961) di M. Brando, Il grande sentiero (1964) di J. Ford, Cavalieri selvaggi (1971) di B. Edwards, Pazza (1987) di M. Ritt. Nel 1957 Malden ha anche diretto un lungometraggio, Time Limit. Negli anni Settanta è stato protagonista della fortunata serie televisiva Le strade di San Francisco.

Media


Non sono presenti media correlati