Questo sito contribuisce alla audience di

Kazan, Elia

pseudonimo del regista statunitense E. Kazanjoglous (İstanbul 1909-New York 2003). Negli USA dal 1913, nel 1932 entrò a far parte come attore, e dal 1938 anche come regista, del Group Theatre. Agli inizi degli anni Quaranta abbandonò la recitazione e si volse esclusivamente alla regia, firmando per le scene i primi allestimenti di molte opere scritte da T. Wilder (The Skin of Our Teeth, 1942), T. Williams (Un tram che si chiama desiderio, 1947; La gatta sul tetto che scotta, 1953), A. Miller (Tutti miei figli, 1947; Morte di un commesso viaggiatore, 1949; Dopo la caduta, 1964), R. Anderson (Tè e simpatia, 1953), W. Inge (Il buio in cima alle scale, 1957), ecc. Nella regia cinematografica esordì, dopo un'esperienza di documentarista, nel 1944 con Un albero cresce a Brooklyn, a cui seguirono Boomerang (1946) e Barriera invisibile (1947). Dopo la versione per lo schermo di Un tram che si chiama desiderio (1951) , primo atto della sua collaborazione con M. Brando, diresse magistralmente Viva Zapata! (1952) e Fronte del porto (1954) . Dalle indagini psicologiche della Valle dell'Eden (1955) e di Baby Doll (1956) si aprì poi a un esame degli “idoli” americani (Un volto nella folla, 1957; Fango sulle stelle, 1960; Splendore nell'erba, 1961); con America America (1964) e Il compromesso (1969), tratti entrambi da propri romanzi, disegnò una sorta di autobiografia e con The Visitors (1971), girato in 16 mm, analizzò il problema della violenza, rimbalzato negli USA dal Vietnam. Tornò al cinema spettacolare con Gli ultimi fuochi (1976) dall'ultimo, incompiuto romanzo di F. S. Fitzgerald, ispirato alla figura di I. Thalberg, produttore despota e nababbo. Il regista se ne servì per un congedo dalla vecchia Hollywood. Continuò l'attività narrativa pubblicando nel 1982 The Anatolian e, nel 1994, Oltre l'Egeo. Ha ottenuto due riconoscimenti speciali alla carriera: l'Orso d'Oro al Festival cinematografico di Berlino del 1996 e l'Oscar nel 1999.

Media

Elia Kazan.Elia Kazan.Elia Kazan.
Elia Kazan.