Questo sito contribuisce alla audience di

Mari, Repùbblica autònoma dei-

Guarda l'indice

(Respublika Marij El). Repubblica autonoma della Russia occidentale, 23.200 km², 711.540 ab. (stima 2006), 31 ab./km², capoluogo: Joškar-Ola. Confini: provincia di Kirov (N), Repubblica dei Tatari (SE), Repubblica dei Ciuvasci (S), provincia di Nižegorod (W).

Generalità

Il territorio si estende su una regione pianeggiante limitata a S dal fiume Volga, ricoperta per il 60°% circa di foreste (soprattutto conifere) e per il 38% adibita all'utilizzo agricolo. La repubblica è attraversata da quasi 500 fiumi (fiume Volga, fiume Vetluga) e da molti laghi (Jal'čik): i più grandi gruppi di laghi si trovano a N degli altopiani di Sotnurskaja (lago Morskoj Glaz) e ai piedi dell'altopiano Kerebeljakskaja. Il territorio ospita il Parco Nazionale Marij Čodra. Il clima è temperato continentale, caratterizzato da inverni moderatamente freddi e molto nevosi ed estati calde e piovose. I mari (popolazione di orgine volgo-ugro-finnica) rappresentano il 42% della popolazione, composta per la restante parte da russi (47%) e in misura esigua da tatari, ciuvasci e ucraini. La repubblica ha un'economia prevalentemente agricola; il territorio, infatti, non offre grandi risorse naturali. Attività economiche: agricoltura (cereali, patate, barbabietole da zucchero, ortaggi); allevamento (bovini, ovini, suini); sfruttamento forestale ed estrazione di torba. Le industrie (ingegneristiche, metallurgiche, elettroniche, chimiche, petrolchimiche, del legno, della carta, alimentari) si concentrano nel capoluogo e nei centri maggiori (Koz'modem'jansk e Volžsk). Conta vari piccoli aeroporti e numerosi porti fluviali.

Storia

Le prime tribù di Mari si stabilirono nell'area dell'odierna repubblica nel V sec. d.C. I Mari furono dapprima soggetti al dominio del Volga Bulgaro, a seguire furono posti sotto il controllo del Khanato dell'Orda d'Oro e, nel XV sec., del Khanato di Kazan. Il territorio fu annesso alla Russia nel 1552. La Repubblica divenne una repubblica socialista sovietica nel 1936, mentre lo status di Repubblica autonoma all'interno della Federazione Russa risale al 1990. Prima della rivoluzione russa del 1917 i Mari non avevano mai avuto un territorio designato, per questo oggi solo una parte dei Mari risiede nell'omonima repubblica, mentre molti sono stanziati nelle repubbliche adiacenti o all'estero.

Media


Non sono presenti media correlati