Questo sito contribuisce alla audience di

Marrùbiu

comune in provincia di Oristano (19 km), 7 m s.m., 61,21 km², 4962 ab. (marrubiesi), patrono: Madonna del Rimedio (8 settembre).

Centro nel Campidano, situato alla destra del rio Mogoro, presso la Bonifica di Sassu; è compreso nel Parco Geominerario della Sardegna. Sorto in un territorio nel quale dal VI millennio a. C. furono attivi giacimenti di ossidiana e che probabilmente fu abitato anche in epoca nuragica, nel Medioevo fece parte del Giudicato d'Arborea di cui seguì le vicende. Nel 1712 fu annesso nel Marchesato di San Carlo, feudo dei Bono e quindi dei Palliaccio fino all'abolizione dei feudi del 1839.La parrocchiale secentesca della Beata Vergine del Rimedio presenta un interessante arco trionfale in pietra scolpita.§ L'economia si basa in prevalenza sull'agricoltura, con estese coltivazioni di viti (produzione di vini DOC), cereali, ortaggi, alberi da frutto, foraggi e barbabietole da zucchero, sull'allevamento di ovini, bovini e suini, sull'apicoltura (con produzione di miele) e sulla floricoltura; sono attive aziende nei settori alimentare (caseifici, pastifici, conservifici e salumifici), tessile, dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno, dei metalli e delle materie plastiche.

Media


Non sono presenti media correlati