Questo sito contribuisce alla audience di

Martèlli, Otèllo

operatore cinematografico italiano (Roma 1903-2000). Distintosi nel 1928 con un reportage sulla “tenda rossa” al Polo Nord e nel 1934 per la fotografia di Vecchia guardia di Blasetti, trovò nel neorealismo di Rossellini e De Santis, e più tardi nei film di Fellini, l'occasione di esprimersi pienamente, da Paisà (1946) a La dolce vita (1959). Fotografando episodi di Historias de la revolución e di Cuba '58, contribuì nel 1960 alla nascita del cinema cubano e dei suoi operatori.

Media


Non sono presenti media correlati