Questo sito contribuisce alla audience di

McKellen, Ian

attore inglese (Burnley 1939). Debuttò a Londra nel 1964 e divenne presto famoso soprattutto come attore shakespeariano interpretando, nei grandi teatri nazionali e in compagnie private, personaggi quali Riccardo II, Macbeth e Coriolano. È considerato il legittimo erede di L. Olivier. Nel repertorio moderno, che alterna a quello classico, ha recitato tra l'altro a New York Amadeus di P. Shaffer, nella parte di Salieri. È stato il protagonista del Riccardo III, prodotto dal Royal National Theatre con la regia di Richard Loncraine. Considerato il maggiore attore shakespeariano vivente, McKellen veste qui i panni del "torvo dittatore" in una rilettura a tinte fosche e con costumi di foggia militare. La è diventata anche un film con lo stesso McKellen come protagonista. L'attore ha poi vestito insoliti panni napoletani, ma con un testo nel dialetto di Liverpool, per la versione britannica della Napoli milionaria di De Filippo, in scena a Londra nel 1991. Nominato baronetto nel 1992, per il cinema ha interpretato in quell'anno And the band played on, un film sull'AIDS tratto da un libro di Randy Shilts sul diffondersi della malattia in America nei primi anni Ottanta e diretto da Roger Spottiswoode. Nel 2001 è stato uno dei protagonisti del kolossalThe Lord of the Rings (Il signore degli anelli) tratto dal celebre romanzo di Tolkien e nel 2003 ha interpretato il film X-Men 2. Nel 2006 ha ricevuto l'Orso d'oro alla carriera e ha interpretato Il Codice da Vinci, mentre nel 2007 è stato uno dei protagonisti di Follia.