Questo sito contribuisce alla audience di

Mezzojuso

comune in provincia di Palermo (41 km), 534 m s.m., 49,43 km², 3058 ab. (mezzojusari o mezzojusoni), patrono: san Giuseppe (19 marzo) e san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro situato a valle del fiume Azziriolo. Costruito sul luogo del casale arabo di Manzil Jusuf, fu ripopolato a metà del sec. XV da un nucleo di albanesi i cui discendenti ne conservano tuttora le tradizioni. § La chiesa madre dell'Annunziata è di origine normanna e di rito latino; quella di San Nicola (sec. XVI), di rito greco, conserva un crocifisso eburneo settecentesco. Nella chiesa di Santa Maria delle Grazie sono cinque medaglioni (1752) affrescati da Olivio Sozzi e dal figlio Francesco, che rappresentano i dottori della chiesa greci.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, olive, uva da vino, ortaggi, frutta, foraggi) e sull'allevamento (ovini, caprini).§ L'ultima domenica di Carnevale, nella piazza del paese, ha luogo la Festa del Mastro in Campo, una rievocazione storica in forma di pantomima: dopo un grottesco corteo in costume, il Mastro di Campo tenta di conquistare il cuore di una dama con prove di abilità a cavallo e con l'aiuto di alcuni “ingegneri”, che con grandissimi compassi misurano la piazza e suggeriscono la migliore strategia al cavaliere.

Media


Non sono presenti media correlati