Questo sito contribuisce alla audience di

Moscerini, gròtta dei-

cavità nei pressi di Gaeta (provincia di Latina), esplorata nel 1949 dall'Istituto Italiano di Paleontologia Umana; si apre a ca. 10 m s.m. e presenta un deposito di oltre 8 m di spessore al di sopra di una spiaggia tirreniana a strombi. Nel limitato saggio effettuato è stata recuperata fauna caratterizzata da ippopotamo, cervo, capriolo e daino, oltre a più raro rinoceronte, cinghiale, bue e cavallo. L'industria, musteriana, è di tipo pontiniano, ricavata su piccoli ciottoli silicei, con presenza della tecnica Levallois. Particolarmente interessante è la frequenza, in diversi livelli, di un centinaio di manufatti ricavati su valve di Callista chione, simili a quelli noti, in associazione a complessi musteriani di facies e cronologia diverse, in alcune grotte o giacimenti all'aperto della Liguria e della Puglia.