Questo sito contribuisce alla audience di

Niemcewicz, Julian Ursyn

uomo politico e scrittore polacco (Skoki, Lituania, 1757-Parigi 1841). Aiutante di Kościuszko nella campagna contro i Russi, fu fatto prigioniero nella battaglia di Maciejowice (1794). Liberato (1796) dallo zar Paolo I, si trasferì insieme a Kościuszko in America. Ritornato in Polonia nel 1807, assunse cariche politiche e culturali. Dopo l'insuccesso dell'insurrezione del 1831, emigrò a Parigi. Riflesso della sua ardente attività patriottica è anche la sua opera: la commedia Il ritorno dell'ambasciatore (1790), critica mordace dell'ambiente aristocratico ostile alle riforme, i Canti storici (1816), raccolta di versi sulle vicende della storia nazionale, e alcuni romanzi storici scritti sull'esempio di W. Scott.

Media


Non sono presenti media correlati